Corso di dottorato “Current Challenges in Bioinformatics” (PoliMi & UniPv)

Ho il piacere di segnalare a tutti i lettori di questo blog, e specialmente agli studenti di dottorato d’un corso d’Ingegneria o Scienze Mfn di qualsiasi universita’, un interessantissimo corso dal titolo Current Challenges in Bioinformatics, organizzato dal Politecnico di Milano e dall’Universita’ di Pavia, che si terra’ nei prossimi mesi tra Pavia e Milano.

Il corso, come avrete capito, e’ dedicato alla bioinformatica, coinvolge importanti docenti a livello internazionale, e si divide in 3 parti, ognuna di due giorni:

  • lunedi’ 11, martedi’ 12 lugio 2011al Dipartimento di Informatica e Sistemistica dell’Universita’ di Pavia:

-omics data integration for molecular medicine” di Neil SarkarUniversity of Vermont, Vermont, Usa

  • lunedi’ 12, martedi’ 13 settembre 2011al Dipartimento di Informatica e Sistemistica dell’Universita’ di Pavia:

Advanced methods for data analysis and predictive models for Genome Wide Association Studies” di Paola SebastianiBoston University, Boston, Massachusetts, Usa

  • lunedi’ 17 ottobre 2011 al Dipartimento di Elettronica e Informazione del Politecnico di Milano

Bioinformatics for personalized medicine and current challenges in the protein universe” di Alfonso ValenciaSpanish National Cancer Research Center, Spagna, Unione Europea

Course Description:

The course provides an overview of the main current problems, methods and experiences in some fundamental areas of bioinformatics, including: integration of -omics data for molecular medicine, advanced methods for data analysis and predictive models for Genome Wide Association Studies, bioinformatics for personalize medicine, and challenges in the protein universe. Within these topics, current major bioinformatics aspects, from Next Generation Sequencing, to drug-protein interaction, to text mining related aspects, will be covered with emphasis on the challenges they pose and the methodological approach they require to be tackled.

The 24 hour course is organized in collaboration with the University of Pavia within the BIO & ICT Ph.D. Internationalization Project funded by the Fondazione CARIPLO. It consists of three 8 hour seminars, each held in two subsequent days at Politecnico di Milano or at Università di Pavia. Each seminar will be given by an invited well known foreign scientist on a current major bioinformatics topic.

During the course students will be challenged with interesting biological problems that are still open in the field of bioinformatics data integration and analysis.

Sito web del corso (Current Challenges in Bioinformatics)

———————————

La partecipazione e’ gratuita, chi volesse prenderne parte puo’ scrivermi una mail a davide.chicco(AT)gmail.com

Il Mit compie 150 anni, tanti auguri!



 

In questi giorni il leggendario Massachusetts Institute of Technology (Mit) di Cambridge (Boston, Massachusetts, Stati Uniti) compie 150 anni.
150 anni di successi e di trionfo del modello universitario nordamericano.

Lo salutiamo con questo bell’articolo di Federico Rampini pubblicato su Repubblica.it:

Il numero di aziende che sono state “generate” dalle invenzioni dei ricercatori del Mit rappresenta un fatturato così elevato che il Mit sarebbe la 17esima economia del pianeta, se fosse una nazione indipendente

[…]

(l’articolo completo su Repubblica.it)

LaVoce.info: Costruiamo nuove universita’ riservate ai bravi scienziati


Vi segnalo quest’ottimo articolo di Giovanni Abramo per laVoce.info, sul tema dell’universita’.

In Italia non ha molto senso parlare di università migliori di altre. Ci sono semmai scienziati o gruppi di ricerca migliori di altri, indipendentemente dagli atenei cui appartengono. Distribuiti a macchia di leopardo, cosicché nessuno raggiunge quella massa di eccellenza critica necessaria per competere a livello internazionale. Stesso discorso vale per gli studenti più capaci. Si dovrebbe perciò favorire la nascita per gemmazione di nuove università, equamente distribuite sul territorio, verso le quali far migrare solo i professori più bravi.

(il resto dell’articolo su LaVoce.info)

Buona lettura!